martedi` 26 settembre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Perchè l'Antisionismo è Antisemitismo (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Rav Jonathan Sacks spiega che cosa davvero è il movimento antisemita e razzista BDS (sottotitolato in italiano)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



Le armi chimiche di Assad 12/04/2017

Dove sono le prove che Assad ha usato le armi chimiche...scusate se non mi fido ma ci sono noti precedenti

Antonio Battolla

Gentile Antonio,
I medici e gli attivisti operanti nella zona di Idlib hanno messo su internet foto e video a testimonianza di un attacco ad armi chimiche contro i civili. Del resto Assad non è nuovo a queste imprese , lo aveva già fatto nel 2013 col massacro di Damasco quando 1400 persone furono massacrate col sarin. Dopo quell'episodio Usa e Russia imposero ad Assad di distruggere tutte le armi contenenti gas ma Israele che monitora minuto per minuto quanto accade in Siria assicura che esiste ancora una grande quantità di armi al sarin e al cloro. La certezza di Israele è avallata da molti altri paesi occidentali. Lei parla di precedenti riferendosi presumibilmente a Saddam Hussein. Io credo, ma è un'opinione, che le armi usate su Damasco e adesso su Idlib siano le stesse che Saddam aveva lanciato contro i kurdi e poi nascosto in Siria esattamente come alcuni analisti dell'epoca assicuravano. E' difficile prevedere quello che accadrà in quell'inferno ma mentre si discute su armi chimiche si, armi chimiche no, Israele sta cercando di portare nei propri ospedali quanti più bambini di Idlib possibile per curarli e permettere loro di vivere almeno un periodo della loro vita senza essere terrorizzati.
Un cordiale Shalom

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT