martedi` 24 ottobre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Rav Jonathan Sacks spiega che cosa davvero è il movimento antisemita e razzista BDS (sottotitolato in italiano)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Intervento in difesa di Israele all'Onu del Principe Verde, figlio di Hamas (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
In 1/2 Ora: contro Israele disinformazione e indifferenza 05/06/2017
In 1/2 Ora: contro Israele disinformazione e indifferenza
Commento di Deborah Fait

In 1/2 Ora , conduce Lucia Annunziata, in onda il 4 giugno alle 14.30

http://www.raiplay.it/video/2017/05/In-12-h-8cb23d92-619c-4e7c-b697-568dd1b0210a.html

Immagine correlata

La trasmissione di Lucia Annunziata non si discosta dal comune pensiero occidentale riguardo al terrorismo. Tanta filosofia spicciola, tante stupidaggini e parole inutili. Fatti: zero. In collegamento da Londra Barbara Serra di Al Jazeera. Il professor Luciano Peirone dell'Università di Torino. Antonio Di Bella, direttore di Rainews24. Da Gerusalemme Jonathan Pacifici, presidente World Jewish Economic Forum.

Nella prima mezz'ora bla bla bla ...Nella seconda mezz'ora è stato importante l'intervento di Jonathan Pacifici che ha ricordato giustamente come in Italia il terrorismo islamico abbia colpito eccome, anche se nessuno ne parla, ha incominciato a raccontare del 1982, attacco alla sinagoga di Roma dei feddayin di Arafat, l'assassinio di Stefano Gay Tachè di 2 anni e 48 feriti. Avrebbe continuato con tutti gli altri attentati palestinisti e decine di morti ma è stato immediatamente interrotto dalla Annunziata. "Vabbè...intendevo ramificazioni diverse del terrorismo, stiamo storicizzando...." Quando Pacifici ha nominato il pluriomicida Barghouti, altra interruzione ignobile della conduttrice: "Mi preme dire che Marwan Barghouti è un grande eroe per i palestinesi".

Immagine correlata
Lucia Annunziata

A questo punto un pensiero molto brutto mi ha attraversato la mente, meglio che lo tenga per me ma chi mi conosce può immaginarlo. Ancora Pacifici: " L'Autorità palestinese paga la pensione ai terroristi, come reagisreste se qualcuno pagasse la pensione ai terroristi di Londra?" E Antonio Di Bella, prontissimo " Noi paghiamo la pensione a Eva Klotz" (ndr. Eva Klotz, pasionaria altoatesina, figlia del defunto terrorista della Val Passiria Georg Klotz).

Gli interventi di Pacifici hanno messo a dura prova i nervi di Barbara Serra che, da brava inviata di Al Jazeera, ha una certa avversione per Israele e non la nasconde: " Per me non è così semplice, non tutto il terrorismo palestinese e neanche Hamas sono da paragonaree all'Isis. Il terrorismo non è uno per tutti. Non è questa la maniera per sconfiggere quello di cui stiamo parlando". Pare proprio che Pacifici abbia toccato un nervo scoperto. Infine è arrivata la sua battuta più vera, più giusta, più emozionante: "Ci sarebbe piaciuto vedere la stessa solidarietà quando in Israele scoppiavano gli autobus". Ecco allora il commento più osceno, freddo, crudele della Annunziata: "Vabbè!" Ha detto solo vabbè, capito, ha detto vabbè, centinaia di morti bruciati vivi, colpiti da milioni di pallini di acciaio e dal fuoco dell'esplosivo e lei ha detto vabbè, poi ha abbassato gli occhi fingendo di leggere e io ho provato la solita nausea.

Pacifici ha detto molte altre cose che vorrei chiedere a chi legge di ascoltare aprendo il link a capopagina. Ha parlato dei valori della società israeliana, dei bambini di Israele che fin da piccoli sono educati all'amore e al rispetto per i soldati che difendono il paese. "Abbiamo portato avanti tutti i valori della nostra società mentre lottavamo contro il terrorismo" La Annunziata, instancabile nel suo astio, sorridendo sarcastica : "Ma non abbiamo gli stessi valori noi e Israele o voi avete qualche valore in più?" Bravo e pacato il prof. Peirone, psichiatra, molto positivo e totalmente orientato verso le affermazioni di Pacifici anche riguardo al processo di educazione dei bambini: " in Israele i bambini sanno di essere perennemente in guerra e questo li prepara a saper costruire una comunità. ...in Europa abbiamo una caduta di valori che non ci permette di difenderci...Dobbiamo fare un'operazione legale e militare, preparare la gente, dobbiamo rafforzare le nostre emozioni e valori etici come sicuramente si fa in Israele."

Tutto questo mi ha fatto elaborare un pensiero che mi frulla sempre nel cervello. Oggi, quando i media parlano di terrorismo in Italia, ricordano le BR, ricordano le stragi fasciste, ricordano la Mafia. Nessuno, nel modo più assoluto, nessuno, ricorda il terrorismo palestinese che ha colpito Italia ed Europa per anni : Roma sinagoga, Aeroporto di Fiumicino, ben due volte, con decine di morti, pare anche, secondo l'ex presidente Cossiga, la strage di Bologna, Achille Lauro, dirottamenti aerei. In Europa hanno colpito e ucciso a Parigi, Anversa, Vienna, Monaco, hanno imperversato dovunque, indisturbati, seminando morte e paura ma tutto questo è stato completamente cancellato come non fosse mai successo e, mentre accadeva, la colpa veniva data a Israele. Come è possibile? Perchè? Che razza di Europa è questa?

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"
"Non si chiama Cisgiordania, si chiama Giudea e Samaria"


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT